Colombia: Soacha, il vescovo Falla aggredito e ferito alla testa nella sua residenza. La diocesi, “indagine in corso”

Il vescovo di Soacha, popolosa città satellite di Bogotà, mons, José Falla Robles, è stato seriamente ferito sabato scorso, quando è stato vittima di un’aggressione e di un furto nella sua residenza vescovile. Il presule ha perso i sensi dopo aver riportato ferite al cranio. È stato ritrovato ancora incosciente, alle 6 del mattino di domenica. Ricoverato in ospedale, è stato dimesso lunedì e sta ora recuperando le condizioni fisiche e psicologiche. Le informazioni sono state fornite, in una nota, dall’ufficio stampa della diocesi di Soacha, in seguito ad alcune fantasiose ricostruzioni pubblicate dalla stampa colombiana. Il comunicato riferisce che l’aggressore è stato ricevuto dal vescovo attraverso un appuntamento fissato nella sua agenda e che, dopo averlo ferito, ha rubato vari oggetti personali e di valore nella residenza di mons. Falla, prima di lasciare il vescovado alle 10 di sera. “Le autorità portano avanti l’indagine per conoscere come si sono svolti i fatti e si attende che il presule sia in condizione di sporgere la relativa denuncia”. La diocesi di Soacha “condanna ogni informazione che si divulghi contro l’onorabilità e il buon nome di mons. Falla come uomo di Dio, totalmente dedicato alla sua missione apostolica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano