Argentina: i vescovi esortano i candidati al ballottaggio per presidenziali a “calmare animi”

L’arcivescovo di Santa Fe de la Vera Cruz e Presidente della Conferenza episcopale argentina, monsignor José María Arancedo, ha esortato i candidati chiamati al ballottaggio per le presidenziali alla maturità politica e a “calmare gli animi” in vista dell’elezione del 22 novembre, che stabilità chi guiderà il paese. “Un’elezione non è una guerra”, ha detto il presule intervistato dalla Radio Cadena 3. L’arcivescovo ha detto che le elezioni sono “uno spazio di idee, di riflessione, proposte e di rispetto tra le persone in competizione, in modo che le persone che votano possano operare un discernimento”. L’attuale processo elettorale è perciò “un atto di maturità politica e civile”, nella speranza che esso rappresenti “un momento di forza delle istituzioni e di impegno per il bene di tutti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia