Padre Lombardi: “la strada della buona amministrazione e della trasparenza procede senza incertezze”

La divulgazione illecita di informazioni riservate e in parte superate “non rende in alcun modo ragione al coraggio e all’impegno con cui il Papa e i suoi collaboratori hanno affrontato e continuano ad affrontare la sfida di un miglioramento dell’uso dei beni temporali al servizio di quelli spirituali”, fa notare p. Lombardi precisando che “la strada della buona amministrazione, della correttezza e della trasparenza, continua e procede senza incertezze. E’ questa evidentemente la volontà di Papa Francesco e non manca certo in Vaticano chi vi collabora con piena lealtà e con tutte le sue forze”. Rispondendo alle domande di giornalisti a proposito di indagini in corso in Vaticano, il direttore della Sala stampa informa che l’Ufficio del Promotore di Giustizia presso il Tribunale dello Stato della Città del Vaticano, a seguito di un rapporto dell’Autorità di Informazione Finanziaria, nel mese di febbraio 2015 ha avviato le indagini relative ad operazioni di compravendita di titoli e transazioni riconducibili Gianpietro Nattino. Il medesimo Ufficio ha richiesto la collaborazione dell’Autorità giudiziaria italiana e svizzera mediante lettere rogatorie inoltrate per vie diplomatiche il 7 agosto 2015”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia