Argentina: invocazione in cattedrale per il nuovo presidente

Polemiche in Argentina per la scelta della presidente uscente Cristina Kirchner di non presenziare all’insediamento del suo successore Mauricio Macri. Sulla questione interviene in un’intervista radiofonica il vescovo di Paraná, monsignor Juan Alberto Puiggiari, secondo il quale l’episodio è la conferma “di quanto conflittuale” sia la vita politica in Argentina: “È difficile fare qualcosa in pace o qualcosa che si unisca”. Da qui l’appello ad iniziare un “cammino di maggior dialogo”. Intanto venerdì 11 dicembre, a Buenos Aires, il cardinale Aurelio Poli presiederà un’invocazione religiosa alla presenza del presidente Macri e del nuovo Esecutivo. Il momento di preghiera è stato chiesto dallo stesso Presidente. Ci sarà spazio anche per le invocazioni di rappresentanti di altri credo religiosi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori