Austria: associazioni cattoliche, campagna aiuti per i cristiani in Medio Oriente. Progetti per giovani, famiglie e assistenza

Venti associazioni cattoliche riunite nella Gab, Unione delle associazioni cattoliche austriache, hanno deciso oggi di lanciare una nuova campagna nazionale di intervento umanitario per le popolazioni cristiane del Medio Oriente. La Gab ha istituito un conto speciale per far confluire tutte le donazioni destinate a preservare il “patrimonio del cristianesimo primitivo”. La campagna è in collaborazione con “Kirche in Not – Aiuto alla Chiesa che soffre”, con la “Christian Solidarity International” (Csi) e con “Initiative Christlicher Orient – Iniziativa per l’Oriente cristiano” (Ico). Data la “massiccia persecuzione dei cristiani in Medio Oriente”, è scritto nel sito della Gab, “siamo tutti sfidati come cristiani a mostrare la nostra fede e la solidarietà, non solo attraverso le preghiere e le parole, ma con eventi e aiuti concreti urgenti”. L’operazione “beneficerà i membri di tutte le denominazioni cristiane, coloro che sono perseguitati in Medio Oriente da anni, uccisi e abusati, che sono stati espulsi dai loro villaggi e città e che sono costretti a vivere come rifugiati nei campi”. Verranno realizzati dei progetti di insegnamento per studenti cristiani nel campo di Qamichli in Siria, un centro giovanile e per l’infanzia a Enishke, nel Kurdistan iracheno, e interventi di primo soccorso e assistenza per le famiglie assediate e in fuga ad Aleppo, in Siria.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa