Diocesi: Caritas Arezzo, con “Vite sparse” un percorso fotografico sulle povertà del territorio

Può una mostra fotografica raccontare la povertà nei luoghi abbandonati di Arezzo? Con il supporto della Caritas diocesana e della Fraternità Federico Bindi onlus e il patrocinio del Comune di Arezzo, il compito viene affidato a Massimo Soletti mediante il percorso espositivo intitolato “Vite sparse”. “Una mostra fotografica – spiega una nota della curia diocesana di Arezzo-Cortona-Sansepolcro – che percorre ogni angolo del territorio comunale per individuare e documentare luoghi abbandonati o degradati, diventati oggi luoghi di elezione in cui si consumano situazioni difficili, di emarginazione e disagio”. “Non voyerismo quello di Soletti, ma testimonianza di un impegno personale, maturato in una lunga esperienza nel mondo del volontariato che gli ha permesso di conoscere e di stare a contatto diretto con due aspetti della povertà: quella assoluta di chi vive ai margini e non ha una fissa dimora e quella momentanea, transitoria di chi si ritrova senza lavoro, non riuscendo più a mantenere se stesso e la propria famiglia nei bisogni primari”. Massimo Soletti è un giovane studente universitario che ha realizzato quaranta scatti fotografici che “documentano un percorso di luoghi cittadini, senza tuttavia mai rappresentare una presenza umana, ma che urlano delle tante storie personali che abitano quei luoghi, oggi diventati un riparo per coloro che non hanno un tetto”.
La mostra, dal 15 al 29 novembre (orario 9-13 e 15-19), sarà visitabile in un altro luogo simbolo: all’ex Bastanzetti, oggi recuperata e tornata ad essere un luogo di aggregazione sociale grazie alla nuova destinazione come Casa delle Energie. In occasione della mostra, a rinforzo della tematica proposta, il 22 novembre alle ore 17.30, sempre nei locali della Casa delle Energie (via Leone Leoni) vi sarà l’incontro “Oltre alla povertà”, in cui politici e operatori nel sociale svilupperanno alcune questioni legate alla povertà e all’emergenza abitativa. Domenica 27 novembre alle 18, sempre all’ex Bastanzetti, un concerto con musiche orientali del gruppo Hurria Arabic Ensemble.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori