Angola: scarcerati i militanti della rivoluzione non violenta

(DIRE-SIR) – Un tribunale dell’Angola ha concesso la libertà condizionale a 17 militanti politici e attivisti per i diritti umani arrestati un anno fa a Luanda durante la lettura pubblica di un volume di Gene Sharp sulla rivoluzione non violenta. Nel marzo scorso gli imputati erano stati condannati a pene comprese tra i due e gli otto anni di reclusione con l’accusa di attentato alla sicurezza dello Stato. La tesi degli inquirenti è che la manifestazione fosse strumentale a un tentativo di rovesciare José Eduardo dos Santos, uno dei presidenti più longevi al mondo, in carica dal 1979. A tornare in libertà sarà anche Luaty Beirao, musicista rap, una delle personalità più in vista dell’opposizione.

(www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori