Famiglia: Regione Lombardia avvia lo “sportello” dedicato. Gandolfini, “finalmente un luogo di ascolto e sostegno”

“Esprimiamo soddisfazione per l’iniziativa di Regione Lombardia. Finalmente il soggetto sociale più importante e più maltrattato del nostro Paese, la famiglia, avrà un luogo di ascolto e di sostegno concreto”. Massimo Gandolfini, presidente del comitato “Difendiamo i nostri figli”, commenta l’istituzione dello Sportello Famiglia istituzionale che entrerà in funzione a settembre. “La famiglia – prosegue Gandolfini –, società naturale fondata sul matrimonio, è quotidianamente oggetto di attentati ideologici che vogliono la sua rovina, anche quando ipocritamente si dichiara di sostenerla promettendo quattro soldi. Unioni civili simili-matrimoniali, divorzio express, cannabis libera, educazione gender nelle scuole: ecco la strategia contro la famiglia, i bambini, i genitori”. “Le scomposte dichiarazioni di ben note agenzie politiche, intrise di ideologia, contro l’iniziativa di Regione Lombardia dovrebbero far aprire gli occhi a chi ancora non percepisce la gravità del momento che stiamo vivendo. Perché mai ci si dovrebbe opporre a uno sportello che vuole difendere la famiglia e dare risposte a condizioni di fragilità? Di che cosa si ha paura?”. “Ci auguriamo – conclude Gandolfini – che lo sportello nato ad experimentum per un anno possa diventare una realtà stabile al servizio della famiglia, e che altre Regioni scelgano di dar vita a istituzioni analoghe”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo