Giubileo università: mons. Leuzzi, una “Carta di Roma” per “costruire la casa comune”

Una “Carta di Roma” che sia “espressione di un rinnovato impegno a costruire la casa comune per tutto l’uomo e per tutti gli uomini”. Nell’aprire il Giubileo delle Università, questo pomeriggio a Roma presso la sede dell’Università Lateranense, monsignor Lorenzo Leuzzi, vescovo ausiliare delegato per la pastorale universitaria e sanitaria, ha anticipato la proposta che verrà fatta al termine dell’appuntamento sotto forma di un Instrumentum laboris dal titolo: “Carta di Roma 2016”. “Il Giubileo della misericordia – ha detto Leuzzi ripercorrendo il cammino iniziato nel Giubileo del 2000 con il convegno sul tema: “L’università per un nuovo umanesimo”  – ci invita a compiere un passo in avanti decisivo alla luce di quel cambiamento d’epoca a cui ci richiama il magistero di Papa Francesco”. “Porre mano ad una risposta, ancora inevasa, di come dar vita ad un nuovo sviluppo integrale dopo i tentativi, anche lodevoli, compiuti dall’umanità nel secolo breve e nei primi anni del terzo millennio”: questo, per il vescovo, l’obiettivo principale dell’appuntamento di quest’anno, sul tema “Conoscenza e misericordia, la terza missione dell’università”, che si concluderà il 10 settembre con la partecipazione all’udienza giubilare del Papa in piazza San Pietro. “Nel cambiamento d’epoca – ha ammonito Leuzzi – la misericordia senza la conoscenza rischia di essere antistorica, come la conoscenza senza la misericordia rischia di essere anti-realistica”: “Siamo di fronte ad una svolta epocale in cui le nostre categorie, non solo scientifiche e culturali ma anche religiose, si rivelano sempre più inadeguate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori