Avvenire: la prima pagina di domani 1 dicembre. Corridoi umanitari, Papa in Bangladesh, manovra fiscale

“Avvenire” dedica il suo titolo principale all’apertura dei corridori umanitari organizzati dalla Cei e dalla Comunità di Sant’Egidio tramite Caritas e Migrantes: primi arrivi per 25 persone dall’Etiopia, proprio nel giorno in cui si chiude il vertice Europa-Africa. L’editoriale è affidato a Giulio Albanese, giornalista missionario, grande esperto d’Africa: “Il vertice ‘Europa-Africa’ di Abidjan è stato la cartina al tornasole dell’attuale quadro geopolitico internazionale, nella cornice della globalizzazione dei mercati. Da una parte, si è parlato di una sorta di nuovo piano Marshall per il continente africano, di un valore di 40 miliardi di euro; dall’altra, è emerso a chiare lettere il tema migratorio che tanto preoccupa le cancellerie europee. Questo, in sostanza, significa, come ha dichiarato il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni intervenendo al summit ivoriano, che se ‘ponessimo la questione dei migranti come tema dominante sembreremmo marziani’. Marziani, perché ‘dal destino dell’Africa dipende anche il futuro dell’Europa’. Ecco che allora s’impone – secondo il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani – l’urgenza di un nuovo approccio, che non deve più basarsi esclusivamente sull’aiuto allo sviluppo, bensì su un ‘partenariato, da pari a pari’, con investimenti in grande scala”. La fotocronaca è per l’arrivo del Papa in Bangladesh, dove Francesco ha chiesto misure efficaci per i profughi. Il titolo di taglio va alla Manovra, su cui è stata messa la fiducia dal governo. Tra i temi di “Avvenire”, un dibattito sulla legge per le Dat tra i parlamentari Mario Marazziti e Lucio Romano. Poi spazio ad Agorà7, l’inserto culturale di “Avvenire”, tra recensioni, mostre, cinema, eventi e sport.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo