Diocesi: Milano, “Dialoghi di vita buona”. Tavola rotonda su “Scienza e società 100 anni dopo Weber”

Una giornata per “riflettere sul senso della professione dello scienziato e sul suo rapporto con la politica, la costruzione della società e l’istanza della spiritualità”: la proposta, a un secolo dalla conferenza di Monaco di Max Weber, viene dalla diocesi di Milano, nell’ambito dei “Dialoghi di vita buona”, in collaborazione con l’Università Statale. L’appuntamento è per lunedì 27 novembre, ore 10, nell’aula magna dell’ateneo di via Festa del perdono 7. Protagonisti saranno Giuseppe Testa, biologo molecolare e bioeticista dell’Università Statale di Milano e Istituto europeo di oncologia; Mauro Magatti, sociologo ed economista dell’Università Cattolica del Sacro Cuore; Massimo Cacciari, filosofo, Università Vita e salute San Raffaele di Milano; Alberto Strumia, teologo, filosofo della scienza alla facoltà di Teologia dell’Emilia Romagna e Gianluca Vago, rettore dell’Università Statale di Milano. “Si partirà dall’analisi dell’evoluzione del rapporto tra scienza e politica a cento anni dalla conferenza di Monaco. Si parlerà dell’attualità di Weber e dell’umanesimo al tempo del postumanesimo, affrontando il tema – si legge nella presentazione – dal punto di vista sociologico e filosofico”. Infine, “il punto di vista teologico su come le religioni si rapportano alla tecnologia, al tempo del dominio della tecnoscienza”. L’attore Claudio Marconi leggerà brani tratti dalla conferenza di Max Weber “La scienza come professione”, tenuta a Monaco nel 1917. Informazioni www.dialoghidivitabuona.it.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia