Europa e Africa: Roma, venerdì 15 dicembre incontro sul “dopo Abidjan”

Sarà dedicato a “Dopo Abidjan, il piano per gli investimenti esterni dell’Ue – soluzione alla povertà, l’insicurezza alimentare e le migrazioni in Africa?” l’incontro che si terrà a Roma venerdì 15 dicembre, dalle 9.30 alle 13.30, presso la sala Onofri del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale. L’iniziativa è promossa da Concord Italia, in collaborazione con Terra Nuova e Focsiv, che “vogliono promuovere – si legge in una nota – un dibattito aperto che rimetta al centro i diritti, a partire dal diritto al cibo ed il diritto a produrre a livello locale”. “In particolare – proseguono – dall’agricoltura di piccola scala, le famiglie contadine, le loro comunità e le loro organizzazioni, perché sono quelle che già oggi forniscono la maggior parte degli alimenti alla popolazione mondiale, e da loro occorre ripartire”. Per i promotori dell’iniziativa, il summit Unione africana-Unione europea svoltosi ad Abidjan “ha inteso rilanciare il partenariato con nuove iniziative per ‘sollevarne le ambizioni politiche’” ma “al di là delle ripetute dichiarazioni di intento, il partenariato non sembra decollare”. La novità del summit è il lancio del “Piano di investimenti esterni” (Eip), “un piano che – prosegue la nota – conferma le più recenti tendenze dell’Ue ad usare i meccanismi cosiddetti di ‘blending’ tra fondi pubblici e privati, dove i primi servono da garanzia per prestiti volti a stimolare investimenti privati di larga scala”. “Il nuovo piano che ha lo scopo dichiarato di creare occupazione, favorire la crescita economica e lo sviluppo sostenibile in Africa, al fine di ridurre i flussi migratori per motivi economici, prevede la mobilitazione di investimenti privati della portata di 44 miliardi di euro, a fronte di un finanziamento dell’Ue di 3,5 miliardi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia