Istat: nel 2016 l’economia italiana è cresciuta dello 0,9%

Nell’ultimo trimestre dello scorso anno l’economia italiana è cresciuta dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dell’1,1% rispetto all’ultimo trimestre del 2015. Più in generale, nel 2016 la crescita del Pil (Prodotto interno lordo) è stata dello 0,9%, un risultato leggermente superiore a quello ipotizzato dal governo nel Dpb (Documento programmatico di bilancio) dello scorso ottobre – che era pari allo 0,8% – e in linea con quello stimato dalla Unione europea. Sempre precisando, infatti, che si tratta di stime (l’Istat fa sapere che i conti del 2016 saranno diffusi il 1° marzo) il dato annuale è quindi migliore del previsto, anche se va registrato che nel terzo trimestre 2016 la crescita era stata dello 0,3% e quindi negli ultimi tre mesi dell’anno si è verificato un rallentamento. I settori in crescita sono l’industria e i servizi, mentre l’agricoltura riporta un segno negativo. L’Istat fornisce anche un raffronto con altri Paesi. L’aumento in termini congiunturali (cioè in rapporto al trimestre precedente, quindi quarto trimestre 2016 su terzo trimestre 2016) è stato dello 0,5% negli Usa, dello 0,6% nel Regno Unito e dello 0,4% in Francia, contro lo 0,2% dell’Italia. L’aumento tendenziale (cioè in rapporto allo stesso trimestre di un anno prima, quindi quarto trimestre 2016 su quarto trimestre 2015) è stato del 2,2% nel Regno Unito, dell’1,9 negli Usa e dell’1,1% in Francia, al pari dell’Italia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia