Card. Bassetti: Squillaci (Fict), “ritrovare il senso della nostra umanità, per perseguire il bene comune”

“In questo momento di grande sofferenza sociale, accogliamo con speranza la nomina del nuovo presidente della Cei, che nel suo precedente mandato pastorale si è distinto sempre per la sua umanità, dedizione e prossimità al mondo degli ultimi”. Così Luciano Squillaci, presidente della Federazione italiana delle comunità terapeutiche (Fict), commenta la nomina del card. Bassetti come presidente della Cei. “Il momento che stiamo vivendo – prosegue – è estremamente complesso, irto di difficoltà, e sappiamo che l’unico modo per affrontarlo è non averne paura. Dobbiamo tutti ritrovare il senso della nostra umanità, della nostra spiritualità, che è attenzione alla dignità di ogni persona per perseguire il ‘bene comune’, come ha detto lo stesso card. Bassetti”. Ringraziando il card. Angelo Bagnasco “che in questi anni si è sempre dimostrato attento e vicino al mondo delle dipendenze”, Squillaci assicura che “ci poniamo a servizio del nuovo presidente della Cei per sostenere il cammino di trasformazione da una comunità di ‘sussistenza’ ad una comunità di resistenza al disagio ed alle dipendenze”. “Una comunità è sana, è davvero terapeutica, quando sceglie un percorso di umanizzazione e democratizzazione della società, secondo un concetto di amore creativo pronto ad aprirsi alle relazioni, alla reciprocità e al senso di giustizia. Un amore capace di sostenere – conclude – gli occhi e lo sguardo di ciascuno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa