Diocesi: Roma, mons. Leuzzi a universitari, “lo studio è passione, vocazione e missione”. Sabato il Forum degli studenti

“La fede cristiana apre la porta della saggezza e dell’intelligenza”. È quanto scrive il vescovo ausiliare di Roma, mons. Lorenzo Leuzzi, nella lettera agli universitari romani per il mese di maggio. “Il mondo – spiega – ha bisogno di donne e uomini saggi e intelligenti, perché la saggezza e l’intelligenza sono la via maestra dell’umiltà e della semplicità”. Per questo la fede incoraggia “a studiare, con passione”. Inoltre, “non si tratta di studiare per, ma di crescere studiando”. “Lo studio deve essere non a latere, ma nella mia esistenza, nella mia identità, nella mia progettualità”, osserva il vescovo, evidenziando che così “lo studio diventa allora una vocazione”. Infine, poiché “essere giurista, medico, ingegnere non è una semplice professione. Ma è la tua chiamata”, “lo studio diventa allora una missione”. “Se lo studio non sarà più un’imposizione dall’esterno, ma una tua scelta, allora scoprirai la saggezza e l’intelligenza per vedere e servire la tua vita e quella degli altri con umiltà e semplicità”, rileva Leuzzi, concludendo che “non si tratta di accumulare titoli, ma di crescere nella consapevolezza di sé e della responsabilità che ti è stata affidata”. Proprio “Protagonisti nella storia. Gli universitari si confrontano sullo studio come vocazione e missione” sarà il tema del secondo appuntamento con il Forum degli studenti universitari che si terrà sabato 6 maggio, dalle 8.15 nell’aula magna della Luiss “Guido Carli”, su iniziativa dall’Ufficio per la pastorale universitaria del vicariato di Roma.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia