Giubileo: mons. Fisichella, Papa Francesco “ha impresso un forte impulso alla vita della Chiesa”

Con l’indizione del Giubileo, “Papa Francesco ha impresso un forte impulso alla vita della Chiesa tutta”. Ne è convinto mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, che nella “lectio” in corso oggi alla Link Campus Università, a Roma, ha citato le parole conclusive della bolla “Misericordiae vultus”: “In questo Anno giubilare la Chiesa si faccia eco della Parola di Dio che risuona forte e convincente come una parola e un gesto di perdono, di sostegno, di aiuto, di amore. Non si stanchi mai di offrire misericordia e sia sempre paziente nel confortare e perdonare. La Chiesa si faccia voce di ogni uomo e ogni donna e ripeta con fiducia e senza sosta: Ricordati, Signore, della tua misericordia e del tuo amore, che è da sempre”. “Questo Giubileo non ha una particolare scadenza a cui riferirsi”, ha ricordato il presule: “È stato realmente ‘straordinario’ perché si è posto fuori da ogni circuito temporale e storico per provocare a vivere l’essenza stessa della Rivelazione di Dio”. La misericordia, infatti, “non è un’idea astratta, ma una realtà concreta con cui Dio rivela il suo amore. Il volto di Cristo diventa l’emblema della predicazione della Chiesa e la sua credibilità nel mondo contemporaneo si gioca proprio su questa testimonianza”. “Papa Francesco ha permesso che in questo Giubileo si riscoprissero nella predicazione, e nella vita quotidiana, le opere di misericordia corporale e spirituale”, il bilancio di Fisichella: “Queste per secoli erano state patrimonio della vita della Chiesa, ma purtroppo dimenticate. Certamente i cristiani hanno sempre vissuto anche inconsciamente di tali opere, questo è stato il tempo per riscoprirle e riviverle in un contesto culturale profondamente modificato e con nuovi volti di povertà e di violenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia