Insegnanti religione: Cei, “assolvete un servizio prezioso di testimonianza e di animazione cristiana”

“Senza mai confondere missione evangelizzatrice e insegnamento scolastico, voi insegnanti di religione assolvete un servizio prezioso di testimonianza e di animazione cristiana nella scuola, innanzitutto attraverso l’appropriato svolgimento del vostro insegnamento”. È quanto si legge nella “Lettera agli insegnanti di religione cattolica” scritta dalla Commissione episcopale per l’educazione, la scuola e l’università della Conferenza Episcopale italiana in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico. Nel testo si conclude approfondendo “il rapporto tra Irc e comunità ecclesiale”, con la necessità “sempre di nuovo di ricollocare l’Irc nel quadro dell’azione pastorale complessiva, in particolare di quella rivolta al mondo della scuola”. “Voi insegnanti – prosegue la lettera – costituite un tramite credibile di collegamento fra la comunità ecclesiale e l’istituzione scolastica e fornite un contributo peculiare alla comunità ecclesiale, che potete mettere a frutto in diversi ambiti della vita della Chiesa, negli organismi parrocchiali e diocesani di partecipazione e nei diversi spazi di formazione, di celebrazione e di volontariato”. “Un ambito specifico di presenza e di impegno – si sottolinea – è costituito dalle scuole paritarie cattoliche, dalle quali ci si attende un impegno di vera eccellenza in questo settore”. Viene anche richiamata l’importanza che gli insegnati di religione cattolica pervengano ad “una collaborazione nella vita della comunità ecclesiale che, superando comprensibili condizionamenti, scaturisca da una adesione volontaria e, quindi, da un vivo interesse personale”. Ribadendo il sostegno e l’incoraggiamento della comunità ecclesiale, nella lettera gli insegnanti vengono invitati ad avere “cura delle persone che vi sono affidate, facendo sentire loro che le avete a cuore” e a “non pensare mai, nemmeno nei momenti di maggiore fatica o delusione, che il vostro lavoro sia inutile o sprecato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo