Diocesi: Roma, l’arcivescovo vicario De Donatis chiude lunedì il convegno diocesano nella basilica Lateranense

Si concluderà lunedì 18 settembre il Convegno ecclesiale della diocesi di Roma, intitolato “Non lasciamoli soli!” incentrato sulla relazione tra genitori e figli adolescenti e la difficile sfida dell’educare. Lo scorso 19 giugno Papa Francesco, nella basilica di San Giovanni in Laterano, apriva l’assise annuale con sacerdoti, religiosi, religiose e laici impegnati nel servizio pastorale alla città e alla Chiesa di Roma. E proprio la basilica lateranense tornerà a ospitare lunedì la giornata conclusiva, strutturata in due momenti. Il primo al mattino, a partire dalle 9.30, rivolto ai sacerdoti; l’altro alle 19, con gli operatori pastorali delle parrocchie e delle varie realtà ecclesiali. In entrambe le occasioni l’arcivescovo vicario Angelo De Donatis presenterà gli orientamenti pastorali per il nuovo anno. Ad annunciarlo è lo stesso arcivescovo in una lettera indirizzata nei giorni scorsi ai sacerdoti e ai diaconi della diocesi. “Dopo un’estate sicuramente molto intensa e dopo la forte esperienza spirituale del pellegrinaggio diocesano a Lourdes – scrive il vicario -, riprendiamo il cammino pastorale al servizio della nostra Chiesa che vive in Roma. Lo faremo insieme, concludendo i lavori del Convegno diocesano, che abbiamo iniziato con le parole del nostro vescovo Papa Francesco lo scorso 19 giugno nella cattedrale. Proprio a partire da quanto ci ha detto il Papa, rendendo grazie per il cammino svolto negli anni scorsi, possiamo confrontarci sull’esigenza forte della conversione pastorale al servizio del popolo che ci è affidato ed in modo particolare delle famiglie che si impegnano con energia e con forza per educare alla fede e trasmettere il tesoro prezioso della Parola del Vangelo”. Dopo la recita dell’Ora media, l’arcivescovo De Donatis offrirà alcune indicazioni a partire dagli stimoli offerti nel lavoro delle prefetture del 20 giugno e dalla riflessione condivisa con il Consiglio episcopale. “Avremo modo anche di dialogare – conclude -, attraverso uno spazio di dibattito, sull’urgenza di una svolta missionaria nella nostra ‘azione’ ecclesiale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia