Pedofilia: don Di Noto (Meter), “2017 peggiore anno, prime ore 2018 oltre 1000 video e 725 foto. Serve più responsabilità e cooperazione”

Il 2017 è stato il peggior anno per quanto riguarda la pedofilia, la pedopornografia e gli abusi sessuali sui bambini da 0 a 12-13 anni. Lo afferma l’associazione Meter onlus, fondata da don Fortunato Di Noto, che in un anno di inteso monitoraggio ha chiuso con 3137 segnalazioni (circa 1.000 in più del 2016) corrispondenti a milioni di immagini e video che i pedopornografi hanno diffuso e scambiato in tutto il mondo. Una tragedia e un’immane violenza su piccoli e indifesi, ma il 2018 non è da meno. Solo nelle prime 12 ore, i volontari di Meter dell’Osservatorio mondiale contro la pedofilia e pedopornografia hanno segnalato alla Polizia postale italiana (Compartimento Sicilia orientale) 1006 video e 725 foto (su cloud, dropbox ed altre piattaforme social). Pur essendo, in molti casi già materiale del passato, o già denunciato, il reato viene ripetutamente perpetrato a danno di bambini e bambine. Secondo il Report 2017 di Meter, che sarà presentato come ogni anno alla comunità nazionale e internazionale, sono drammaticamente aumentati i reati di pedopornografia e pedofilia. Don Fortunato Di Noto, presidente di Meter dichiara: “È arrivato il tempo di cambiare strategia e far assumere responsabilità alle istituzioni, ai server provider nel mondo e favorire la cooperazione tra chi si occupa realmente di questo fenomeno, un azione che sia più efficace e responsabile. Non è solo un augurio. Lo dobbiamo alle già vittime, alle presunte e a quelle che non devono essere abusate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa