Vescovi Toscana: presentata “La forza della parola”. Card. Betori, “lezione di don Milani ancora viva e capace di illuminare il cambiamento culturale”

(Firenze) “La lezione di don Lorenzo Milani è ancora viva e capace di illuminare il cambiamento culturale che stiamo attraversando”. Lo ha detto il cardinale Giuseppe Betori, presidente della Conferenza episcopale toscana, nell’introdurre la presentazione, oggi pomeriggio a Firenze presso la Facoltà teologica dell’Italia centrale, della Lettera pastorale dei vescovi toscani su comunicazione e formazione, “La forza della parola”, a cinquant’anni dalla morte di don Milani e a uno dalla visita di Papa Francesco a Barbiana. “Occorre affidare alla purificazione della parola – ha aggiunto Betori – il ruolo decisivo della restituzione di significati e di ragioni per orientare il cammino dell’uomo nei nostri giorni. Ponendo inoltre la questione della parola nella prospettiva della comunicazione e della formazione, si è inteso evidenziarne la centralità sia in ordine alla costruzione delle relazioni che costituiscono il tessuto della società, sia in funzione della responsabilità educativa come presa in carico dell’altro nella sua crescita. Una parola, dunque, come strumento di cammino della persona verso l’attuazione di sé e come terreno in cui una comunità, una società può trovare una identità di concordia e non di contese”. Ma non si può dimenticare “che nell’ottica della fede – a giudizio dell’arcivescovo di Firenze – la parola assume un valore imprescindibile, in quanto è in essa che Dio si rivela, insieme con i gesti”. Mentre l’evangelista Giovanni ci invita a scoprire nella parola “l’identità stessa del Figlio di Dio che si è fatto carne per noi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori