Vescovi Toscana: presentata “La forza della parola”. Card. Betori ricorda le parole di Papa Francesco a Barbiana

(Firenze) Nel presentare presso la sede della Facoltà teologica dell’Italia centrale la Lettera pastorale dei vescovi toscani “La forza della parola”, il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, ha ricordato il discorso del Papa, pronunciato a Barbiana il 20 giugno dello scorso anno, dopo aver sostato in preghiera sulla tomba di don Lorenzo Milani a cui la Lettera è dedicata a cinquant’anni dalla morte. In quell’occasione, Francesco disse che occorreva “ridare ai poveri la parola, perché senza la parola non c’è dignità e quindi neanche libertà e giustizia: questo insegna don Milani. Ed è la parola che potrà aprire la strada alla piena cittadinanza nella società, mediante il lavoro, e alla piena appartenenza alla Chiesa, con una fede consapevole. Questo vale a suo modo anche per i nostri tempi, in cui solo possedere la parola può permettere di discernere tra i tanti e spesso confusi messaggi che ci piovono addosso, e di dare espressione alle istanze profonde del proprio cuore, come pure alle attese di giustizia di tanti fratelli e sorelle che aspettano giustizia. Di quella umanizzazione che rivendichiamo per ogni persona su questa terra, accanto al pane, alla casa, al lavoro, alla famiglia, fa parte anche il possesso della parola come strumento di libertà e di fraternità”. Nei sei capitoli in cui è articolata, la Lettera pastorale propone un percorso di approfondimento sul tema della parola e della lingua, così caro a don Milani da farne uno degli argomenti principali delle lezioni ai suoi ragazzi nella Scuola di Barbiana.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori