This content is available in English

Germania: elezioni in Baviera, Csu perde 10 punti, dimezzata la Spd. Crescono Verdi e Afd

Verdetto chiaro dalle urne bavaresi: perdono voti i partiti di governo nazionale e continua a calare il partito che per decenni ha avuto la maggioranza assoluta nella regione più ricca della Germania. L’Unione cristiano sociale (Csu) di Horst Seehofer, attuale ministro dell’interno del governo Merkel è crollato dal 47,7% del 2013 al 37.2% di oggi. A perdere oltre il 10% dei propri voti, il Partito social democratico (Spd), alleato di governo della cancelliera, nonché il partito del presidente della repubblica Frank-Walter Steinmeier che dal 20,6% del 2013 è sceso ieri al 9.7% dei consensi. I Verdi hanno raccolto parte dell’eredità, essendo stato scelto dal 17,5% degli elettori, +8.9% rispetto al 2013. Il gruppo dei “liberi elettori”, paragonabili alle nostre liste civiche locali, ha invece incassato l’11.6% dei voti; il partito nazionalista Afd, che ancora non correva nel 2013 ha avuto il 10,2% dei voti. I liberali dell’FdP acquistano qualche voto e superano così di un soffio lo sbarramento del 5%. Fuori la sinistra, “die Linke”. Sono andati alle urne il 72,4% dei bavaresi, l’8,8% in più rispetto al 2013.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa