Giovani: Acli Terra, una quarantina di ragazzi del servizio civile a Roma per formarsi su agricoltura, alimentazione e caporalato

Seconda giornata di formazione nella sala seminari di Casa Acli a Roma per i ragazzi del servizio civile nazionale che hanno aderito al progetto “Agrisociale”, sostenuto da Acli Terra e Caa Acli. Circa quaranta i ragazzi impegnati in tre gruppi di lavoro: il primo dedicato all’informazione sulle buone pratiche in agricoltura; il secondo alla dieta mediterranea, al consumo responsabile e alla corretta alimentazione; il terzo alla piaga del caporalato e dello sfruttamento del lavoro nero. La sessione formativa di quattro giorni è stata coordinata da Mariella Luciani del Dipartimento per il servizio civile delle Acli, mentre la supervisione delle attività legate ad Acli Terra è stata affidata al vicepresidente nazionale vicario dell’associazione professionale, Gianluca Mastrovito, che ha relazionato sulla storia di Acli Terra, espressione di una identità e di un patrimonio di valori che provengono da una lunga stagione di impegno sociale, di tutela dei diritti, di promozione della persona umana in tutti gli ambiti della vita e sulle attività in cantiere, che avranno come tema giovani e lavoro. Tra i vari interventi che hanno scandito le giornate di lavoro, anche quello di William Conti, giovane imprenditore agricolo, che ha raccontato la sua personale esperienza di innovatore nel comparto agroalimentare, a partire dall’agricoltura 4.0 che viene realizzata nell’azienda agricola e fattoria didattica “La Cura” di Montigallo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa