Papa Francesco: a fedeli del Salvador, “Romero ha incarnato immagine del buon Pastore che dà la vita per le sue pecore”

“San Óscar Romero ha saputo incarnare con perfezione l’immagine del buon Pastore che dà la vita per le sue pecore”. Lo ha detto Papa Francesco stamattina, ricevendo in udienza in aula Paolo VI i pellegrini dell’El Salvador, giunti a Roma in occasione della canonizzazione di Óscar Arnulfo Romero y Galdámez. Il Papa, rivolgendosi ai vescovi, ha sottolineato che nell’arcivescovo di San Salvador “è possibile trovare ‘un esempio e uno stimolo’ per vivere il ministero affidatovi”. Esempio “di predilezione per i più bisognosi della misericordia di Dio”. Stimolo “per testimoniare l’amore di Cristo e la preoccupazione per la Chiesa”, sapendo “coordinare l’azione di ciascuno dei suoi membri e collaborando con le altre Chiese particolari nell’affetto collegiale”. Il Papa ha poi salutato i sacerdoti, i religiosi e le religiose presenti e coloro che sono rimasti nel loro Paese: “Voi che vi sentite chiamati a vivere un impegno cristiano ispirato allo stile del nuovo santo, rendetevi degni dei suoi insegnamenti, essendo innanzitutto ‘servitori del popolo sacerdotale’, nella vocazione alla quale Gesù, unico ed eterno sacerdote, vi ha chiamato. San Óscar Romero vedeva il sacerdote collocato nel mezzo tra due grandi abissi: quello della misericordia infinita di Dio e quello della miseria infinita degli uomini”. Da qui l’invito: “Carissimi fratelli, lavorate senza sosta per dare realizzazione a questo desiderio infinito di Dio di perdonare gli uomini che si pentono della loro miseria e per aprire il cuore dei vostri fratelli alla tenerezza dell’amore di Dio, anche attraverso la denuncia profetica dei mali del mondo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa