Diocesi: Ales-Terralba, domani un convegno per far ripartire un territorio tra i più poveri d’Italia

La Caritas diocesana e la Pastorale sociale del lavoro della diocesi di Ales-Terralba chiamano a raccolta le forze politiche, economiche, sociali e le istituzioni a una “santa alleanza” per far ripartire il territorio sistematicamente considerato una delle province più povere d’Italia. “Uniti per ricominciare: dal confronto alle proposte” è il tema del convegno, che si terrà domani, venerdì 26 ottobre, alle ore 17, ad Ales nel Centro comunitario per la famiglia “San Giuseppe” in via IV Novembre.
“Il Medio Campidano, la Marmilla, il Terralbese”, spiega il direttore della Caritas diocesana, don Angelo Pittau, “di anno in anno stanno diventando sempre più marginali, poveri di risorse e di lavoro, ignorati dalla politica regionale, messi all’angolo, ultimi. Le forze politiche e sociali, anche le amministrazioni comunali, con dolore e amarezza si vedono costrette ad accompagnare le loro comunità al declino, a scomparire. Eppure i nostri paesi sono ricchi di storia, di cultura, di qualità di vita, di risorse nascoste. Bisogna reagire a questa situazione”.
Nell’incontro, finalizzato a far emergere anche proposte per lo sviluppo del territorio, interverranno le autorità locali, il vescovo Roberto Carboni, il direttore della Caritas diocesana, Edoardo Bizzarro, segretario generale della Cisl Medio Campidano, Gigi Marchionni, segretario della Camera del lavoro Cgil Sardegna Sud Occidentale, Francesca Ticca, segretaria regionale dell’Uil.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa