Diocesi: Bari-Bitonto, al via stasera un ciclo di conferenze sull’Esodo al Centro di cultura biblica “Bereshit”

“Abbiamo scelto l’Esodo perché non è un libro qualsiasi, ma attraverso di esso si può riflettere sui fondamenti non solo della nostra fede, ma anche di quella giudaica”. Così don Angelo Garofalo, referente del Centro di cultura biblica “Bereshit” e docente di Antico Testamento alla Facoltà teologica pugliese e docente invitato di Ebraico biblico all’Università di Bari, presenta il ciclo di sette conferenze sul libro dell’Esodo che si terranno a Bari a partire da oggi. Si inizia con la “Introduzione alla lettura dell’Esodo” svolta da don Garofalo (sala Odegitria – cattedrale di Bari, ore 19.45). Il ciclo si concluderà il 26 marzo 2019 con la conferenza del card. Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della cultura, sul tema “La Gloria, la nube, il fuoco: Dio in cammino con il suo popolo”. “L’Esodo – spiega Garofalo – contiene la teologia centrale della Scrittura e permette di riflettere su questioni attuali come quella delle migrazioni delle persone, un fenomeno antico quanto il mondo. L’autore biblico ritorna sul tema della memoria che il popolo dovrà tenere sempre viva riguardo la situazione di schiavitù che ha vissuto; perciò, gli viene chiesto di adottare un atteggiamento di accoglienza”.
Il Centro di cultura biblica “Bereshit”, promosso dall’arcidiocesi di Bari-Bitonto, ha come obiettivo “la promozione della conoscenza della Bibbia fra coloro che, indipendentemente dalle convinzioni di fede, nutrono il desiderio di approfondire la comprensione di una letteratura che, sul piano religioso, letterario, artistico, linguistico, giuridico, sociale e morale, ha segnato la cultura di molta parte dell’umanità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa