Parlamento Ue: a Oleg Sentsov il Premio Sacharov 2018. È in carcere, si batte per la liberazione dei prigionieri politici in Russia

Oleg Sentsov, detenuto in Russia

(Strasburgo) Il Premio Sacharov a Oleg Sentsov sottolinea “il coraggio e la determinazione dimostrati dal cineasta ucraino”, tuttora detenuto dopo essere stato condannato a 20 anni di prigione, che si batte per la liberazione dei prigionieri politici in Russia. In particolare la protesta di Sentsov si riferisce all’occupazione della Crimea da parte della Russia e alla reclusione di diversi attivisti. “A lui e alla sua battaglia – ha detto Tajani – va la solidarietà del Parlamento europeo. Chiediamo che sia immediatamente liberato. Una liberazione urgente legata anche alle sue pessime condizioni di salute dovute a un lungo sciopero della fame”. Sentsov “ci ricorda il nostro dovere di rispettare e tutelare i diritti umani ovunque nel mondo”. Il premio sarà assegnato – molto probabilmente in assenza del vincitore – il prossimo 12 dicembre a Strasburgo. Gli altri due finalisti, che saranno invitati alla premiazione, erano le 11 Ong che salvano le vite dei migranti nel Mar Mediterraneo e Nasser Zefzafi, il leader di Hirak, movimento di protesta di massa attivo nella regione marocchina del Rif.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa