Videocatechismo Chiesa cattolica: Mogol, “opera colossale che rimarrà nella storia”

Cinque gli anni di lavoro, 25 le ore di registrazione, quattro i continenti dove sono state realizzate le riprese, migliaia le comparse impiegate, 4mila i lettori di 70 nazionalità. Questi i numeri da record del nuovo Videocatechismo della Chiesa cattolica, presentato questa sera a Roma nella sede dell’Università Pontificia Gregoriana in anteprima mondiale. A partecipare alla presentazione, l’arcivescovo Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, che ha patrocinato l’opera, il regista, Gjon Kolndrekaj, l’ideatore, don Giuseppe Costa, già direttore della Libreria editrice vaticana, don Vincenzo Vitale, del Gruppo editoriale San Paolo che pubblicherà la versione in dvd dell’opera, e il consulente artistico Giulio Rapetti, in arte Mogol. “Non potevo mancare – ha detto il celebre autore in apertura della presentazione -. Quando Kolndrekaj mi ha iniziato a parlare del progetto ho creduto fosse incredibile. Oggi dico che è un’opera colossale che rimarrà nella storia. Ho partecipato solo in minima parte, ma mi fa piacere aver dato qualche consiglio”. L’intera produzione è divisa in 46 capitoli, ciascuno della durata di circa 30 minuti. Le testimonianze sono da parte di persone diversissime fra loro: dal generale dei carabinieri al carcerato, dalla madre incinta al cuoco.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa