Giornali cattolici e Grande Guerra: Menozzi (Pisa), “esiste un’etica religiosa della non violenza”

(Torino) – “Non c’è spazio per la sacralizzazione della guerra. Mentre tutti possiamo concorrere a costruire la pace”. E’ uno dei messaggi arrivati dall’incontro “Guerra Pace Politica. La stampa cattolica piemontese durante la Prima guerra mondiale” che questa sera si è svolto a Torino per la presentazione di un volume dallo stesso titolo che effettua una analisi accurata dell’attività delle testate giornalistiche cattoliche durante il primo conflitto mondiale. A delineare il percorso della Chiesa di fronte alla guerra, da Papa Benedetto XV a Papa Francesco è stato Daniele Menozzi (Ordinario di Storia contemporanea alla Scuola Normale Superiore di Pisa), che ha spiegato come proprio con Francesco la Chiesa abbia puntualizzato e chiarito in maniera inequivocabile la posizione dei cattolici di fronte alle guerre. “Alla violenza – ha sottolineato Menozzi riprendendo il pensiero del Santo Padre -, si può rispondere con la non violenza. Ma la non violenza non è un atteggiamento passivo, bensì la costituzione della forma con cui si può respingere il male. Esiste un’etica religiosa della non violenza. La Chiesa – ha poi detto ancora Menozzi -, non può essere neutrale di fronte al male”. Il libro, curato da Bartolo Gariglio (Ordinario di Storia contemporanea all’Università degli Studi di Torino), rappresenta la conclusione di un progetto pluriennale sulla stampa cattolica piemontese negli anni della Prima guerra mondiale condotto dalla Fondazione Donat-Cattin. Il libro, attraverso l’analisi e il racconto di quegli anni, arriva ad una riflessione critica sul tema complesso e controverso dei cattolici e la guerra. “Un’occasione per far conoscere alla comunità – viene scritto in una nota -, aspetti inediti della storia della Grande guerra insieme a una riflessione critica, più che mai attuale, sulla liceità morale della ‘guerra difensiva’ o della ‘guerra giusta’ e sul valore supremo della pace”. Nella stessa serata è stato presentato anche il secondo volume che fa parte della ricerca: “Pace o guerra? La stampa cattolica nelle diocesi piemontesi 1914-1915”. L’incontro è stato reso possibile dall’attività del Polo del ‘900 di Torino insieme alla Fondazione Vera Nocentini.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa