Nobel pace: Mukwege (ginecologo), “posso vedere sul volto di molte donne quanto siano felici di essere riconosciute”

“Stavo operando quando improvvisamente la gente ha cominciato a urlare. Posso vedere sul volto di molte donne quanto siano felici di essere riconosciute. E’ davvero toccante”: con queste parole il ginecologo congolese Denis Mukwege ha commentato, dal sito web del Nobel, il Premio per la pace assegnatogli dal Comitato norvegese per il suo impegno a favore della donne vittime di violenza. 63 anni, il medico dirige il Panzi Hospital, fondato nel 2008 a Bukavu, nella Repubblica Democratica del Congo. Qui ogni anno vengono curate migliaia di donne vittime di abusi e violenze sessuali la maggior parte delle quali commesse lungo il corso di una guerra civile, costata la vita a più di sei milioni di congolesi, ufficialmente terminata nel 2002, ma che vede ancora fronteggiarsi l’esercito regolare e gruppi armati che cercano di controllare le ricchezze del Paese, oro, diamanti e rame. Il principio che da sempre ispira Denis Mukwege si può riassumere nella frase: “La giustizia è affare di tutti”. Nel 2014 Mukwege ha ricevuto il premio Sacharov dal Parlamento europeo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa