Brexit: Conte (premier), “dobbiamo prepararci anche allo scenario di un recesso senza accordo”

Sulla Brexit, “in un contesto che contiene ancora elementi di incertezza, continueremo pertanto a lavorare con i nostri partner europei e con le istituzioni europee per prepararci anche allo scenario per noi poco auspicabile di un recesso senza accordo”. Lo ha affermato questa mattina il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, nel corso delle comunicazioni alla Camera dei deputati in vista del Consiglio europeo del 13 e 14 dicembre. Il premier ha parlato del “rinvio del voto di ratifica dell’accordo di recesso da parte britannica” ricordando che “dopo il dibattito alla Camera dei Comuni il governo britannico ha chiesto maggiori assicurazioni sul fatto che la questione irlandese sarà risolta nell’ambito delle future relazioni tra l’Ue e il Regno Unito e che non entri in vigore la cosiddetta soluzione di riserva prevista”, “il backstop concordato dai negoziatori”. “Guardiamo con profondo rispetto al dibattito democratico che si sta svolgendo a Londra ma – ha proseguito Conte – allo stesso tempo, a poco più di tre mesi dalla data fissata per la Brexit, dobbiamo sottolineare l’esigenza che l’uscita del Regno Unito dall’Ue avvenga in maniera ordinata, nell’interesse di offrire chiarezza e certezza ai tanti cittadini, tra cui molti italiani, e anche alle imprese che sono coinvolti da questo processo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa