Diocesi: Perugia, “Avvento di fraternità” con i più fragili, incontro su “Tenerezza e gratuità dell’amore” e pranzo di Natale col card. Bassetti

La Chiesa di Perugia-Città della Pieve si prepara a festeggiare il Natale. Lo fa con tre iniziative che vogliono essere “segno di speranza per chi è in difficoltà”, come sottolinea il card. Gualtiero Bassetti. Domenica prossima, 16 dicembre, terza domenica d’Avvento, la Caritas diocesana promuove nelle parrocchie una giornata di sensibilizzazione a favore delle opere segno. Si tratta dell’“Avvento di fraternità”, una raccolta fondi per essere vicini ai fratelli bisognosi di aiuti non sempre materiali, frequentatori del Centro di Ascolto diocesano dove annualmente si recano in 3.000. Ci sono quanti trovano una casa al “Villaggio della carità” e nelle case “Sant’Anna dei Servitori”, per uomini senza fissa dimora, e “San Vincenzo de’ Paoli”, per donne sole con minori e chi si rivolge ai quattro Empori della solidarietà. Non da ultimo il punto di ristoro sociale “San Lorenzo”, attivo da dieci anni.
Nell’attesa della giornata “Avvento di fraternità 2018”, l’associazione perugina di volontariato (Apv), promossa dalla Caritas diocesana, organizza mercoledì 12 dicembre, alle 17.30, presso il “Villaggio della carità” di Perugia, l’incontro di riflessione in preparazione al Natale su “Tenerezza e gratuità dell’amore”. Interverrà Giovanna Negrotto Cambiaso, sorella della Fraternità pellegrina contemplativa frère Charles de Foucauld di Assisi. A Natale, poi, si consolida la tradizione del “Pranzo di Natale”, offerto dal card. Gualtiero Bassetti alle persone sole o senza fissa dimora. L’appuntamento è presso la struttura ricettiva diocesana “Villa Sacro Cuore” di Perugia, per consumare insieme il pranzo della festività religiosa più attesa dell’anno.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa