Diritti umani: Rondine alle Nazioni Unite. Card. Bassetti, “l’altro non è mai un nemico; dialogare sempre; combattere la povertà e costruire la pace”

(da New York) “L’altro non è mai un nemico; dialogare sempre; combattere la povertà e costruire la pace; sono le tre parole che Rondine ha scolpito nel mio cuore”. Il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana, in un video messaggio ha voluto far giungere tutta la sua stima e sostegno all’appuntamento “Human Rights and Conflict Transformation” sponsorizzato da Caritas Internationalis e da Rondine Cittadella della pace a New York in occasione del 70° anniversario della Dichiarazione dei diritti umani. “Questo è un pellegrinaggio di pace”, ha dichiarato il cardinale Bassetti, sottolineando che la storia ventennale dell’esperienza, guidata da Franco Vaccari, mostra la capacità trasformante di questo approccio alla soluzione dei conflitti. Infine il presidente della Cei si rivolge ai giovani: “Noi adulti possiamo accompagnare il volo verso la pace, ma sta a voi ‘rondinelle’ guardare avanti e guardare lontano nel costruire questo sogno comune”. Franco Vaccari, fondatore di Rondine, nel suo intervento ha ribadito che nel prevenire e trasformare i conflitti è fondamentale non utilizzare una “giustizia metrica, come nel caso del conflitto israelo-palestinese, dove si combatte per metri di territorio. Questa giustizia resta un’ingiustizia se non coniugata con l’amicizia e con l’amore e se non cerchiamo la persona dove il resto del mondo vede solo nemici. E quello che noi proviamo a fare e qui ci sono giovani israeliani e palestinesi a testimoniarlo. Noi non siamo degli ingenui, conosciamo la storia, ma noi non vogliamo essere complici della cultura del nemico e crediamo che costruire relazioni forti tra le parti è un passo di pace possibile”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa