Consiglio europeo: Tajani, “vicini al popolo francese per l’attentato di Strasburgo”. Intensificare la lotta al terrorismo

Bruxelles, 13 dicembre: minuto di silenzio per le vittime di Strasburgo

(dall’inviato a Bruxelles) “Voglio esprimere la solidarietà del Parlamento europeo al popolo francese e al presidente Macron per l’orribile attentato di martedì sera a Strasburgo, e la vicinanza di tutti i deputati europei ai feriti e alle famiglie delle vittime barbaramente assassinate”. Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, è intervenuto, come di consueto, in apertura del Consiglio europeo in corso a Bruxelles, portando la posizione dell’Assemblea sui temi in agenda. Ma le prime parole sono state dedicate ai fatti di Strasburgo e il pensiero è andato alle vittime, ai feriti e in particolare al giornalista italiano Antonio Megalizzi, in gravi condizioni. Nella lotta contro il terrorismo – proprio ieri l’Assemblea ha approvato una risoluzione – il Parlamento “chiede, tra l’altro, di creare una lista nera comune di predicatori radicali; di impedire che ai condannati per reati terroristici sia concesso l’asilo; di adottare misure armonizzate a livello europeo e un’azione penale nei confronti dei combattenti stranieri di ritorno in Europa”. Sul Brexit, “il messaggio del Parlamento è molto semplice e chiaro – dice Tajani – e corrisponde alla nostra posizione unanime: siamo favorevoli a lavorare nel senso di una maggiore chiarezza sulle nostre relazioni future col Regno Unito, se questo potrà aiutare a far comprendere agli amici britannici che il back-stop” per l’Irlanda “è una clausola di salvaguardia, non una trappola per imprigionare il Regno Unito nell’unione doganale”. Per il Parlamento “l’accordo di uscita è l’unico possibile e non si può riaprire, in nessun caso”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo