Raddoppio Ires: Acli, “bene ripensamento, ora si proceda con riforma Terzo settore”

“Prendiamo atto del ripensamento del Governo sull’aumento della tassazione Ires che avrebbe coinvolto molti soggetti che in Italia si occupano di assistenza sociale, sanità, beneficenza, istruzione, formazione e auspichiamo riparta in tempi brevi il dialogo con tutte le parti per completare la riforma del Terzo settore e per riaprire il confronto su altri provvedimenti che destano forte preoccupazione come le norme sul soccorso e l’accoglienza dei rifugiati o gli interventi sulla povertà”. Lo sostengono oggi le Acli in una nota. “L’Ires non è infatti l’unica tassa che preoccupa: l’imposta sulle rimesse dei lavoratori immigrati e l’aumento dell’Iva, rimandato per l’ennesimo anno, sono provvedimenti – aggiungono le Acli – che rischiano di danneggiare proprio quei ceti a cui il mondo del Terzo settore principalmente si rivolge”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia