Diocesi: Firenze, il 5 febbraio incontro “Si levi il sole della pace” per ricordare il card. “Elia Dalla Costa e le due guerre mondiali”

Il battistero di Firenze ospiterà nel pomeriggio di lunedì 5 febbraio l’iniziativa “Si levi il sole della pace. Elia Dalla Costa e le due guerre mondiali” per ricordare l’arcivescovo di Firenze, dallo scorso maggio dichiarato venerabile, e il suo impegno coraggioso contro ogni violenza. A partire dalle 18 immagini, musica e una lettura di testi. L’iniziativa è promossa dalla Fondazione La Pira, nell’ambito delle celebrazioni per il quarantennale della morte di Giorgio La Pira, insieme all’arcidiocesi di Firenze e all’Opera di Santa Maria del Fiore, con la collaborazione di Opera La Pira, Centro studenti Giorgio La Pira, Istituto storico toscano della Resistenza e grazie al lavoro del Centro di cultura “Card. Elia Dalla Costa” di Schio, che ha raccolto le lettere inviate al loro arciprete dai giovani soldati tra il 1915 e il 1918. Nel maggio scorso, Papa Francesco ha firmato il decreto che riconosce le virtù eroiche del card. Dalla Costa. “Alla celebrazione di questo atto – si legge in una nota – si aggiunge l’anniversario dei cento anni dalla conclusione della Prima guerra mondiale. Una guerra di cui Dalla Costa, allora arciprete di Schio, ha conosciuto da vicino gli orrori”. “Io credo – scrisse Dalla Costa ai fiorentini nel 1944 – che nessuno di voi ha pregato più fervidamente di me perché all’Italia fosse risparmiata tanta sciagura. Io avevo veduto gli orrori della guerra 1914-1918; avevo sperimentato il flagello delle incursioni; avevo misurato i sospiri, avevo contato le lacrime dei miei parrocchiani profughi, avevo raccolto le lacrime di tante vedove e di tanti orfani… sapevo che cosa è la guerra”. Negli anni ’40, Dalla Costa si rifiutò di imbandierare il palazzo arcivescovile durante le visite di Hitler a Firenze, costruì una rete clandestina per salvare intere famiglie ebree dalle deportazioni. Questo percorso tra due guerre, che è anche un pezzo importante della storia d’Italia, verrà ripercorso con testi e immagini a cura di Riccardo Bigi, musiche a cura di Gabriele Centorbi e Marco Campinoti. A leggere saranno Massimiliano Bardotti, Lorenzo De Paoli, Chiara Martini, Pietro Milani.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia