Azione cattolica: mons. Giuliodori, “educare per rinnovare il Paese”. Attualità del ruolo dell’associazione

(foto Lucio Bezze)

(Milano) “Anche oggi è tempo di rinnovamento, e l’educare è alla base del rinnovamento” sociale e culturale. “L’augurio, dunque, è che l’Azione cattolica, forte della sua storia e della sua esperienza in campo educativo, possa essere nel nostro tempo fattore di educazione delle giovani generazioni e di rinnovamento, profondo e costruttivo, del nostro Paese”. Mons. Claudio Giuliodori, assistente ecclesiastico generale dell’Università cattolica, ha portato il saluto iniziale questa mattina al convegno “L’impegno educativo dell’Azione cattolica italiana in centocinquant’anni di storia” in corso nella sede centrale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a Milano. L’evento, promosso da dipartimento di Pedagogia dell’Università Cattolica, Isacem-Istituto per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico in Italia Paolo VI e Azione cattolica italiana, si inserisce nel programma di celebrazioni del 150° anniversario della fondazione dell’associazione. Mons. Giuliodori ha ricordato i legami “forti” tra Università Cattolica e Ac, a partire dalla fondazione e riconducibile a personaggi del calibro di Giuseppe Toniolo, Agostino Gemelli e Armida Barelli. Il convegno si sviluppa nell’arco di tutta la giornata; prevede una prima sessione su “Azione cattolica ed educazione, 150 anni fecondi”, una seconda su “La vitalità educativa dell’Ac, temi e strumenti” e infine una serie di comunicazioni e approfondimenti sul tema.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa