Banca Etica: utili per oltre due milioni nel 2017. Crescono a due cifre raccolta e impieghi

Oltre due milioni di utili: il Consiglio di amministrazione di Banca Etica ha approvato il progetto di bilancio del 2017 da sottoporre all’assemblea generale dei soci e delle socie che si riuniranno il 12 maggio a Lamezia Terme e Granada (Spagna). “L’anno – spiega un comunicato – si è chiuso con un utile netto di 2,3 milioni di euro. Un dato, frutto del percorso di crescita e sviluppo degli ultimi anni, che risente – rispetto al 2016 quando l’utile era stato di 4 milioni e 318mila euro – di alcune poste straordinarie di costo e di una politica prudenziale di accantonamenti che tiene conto delle nuove regolamentazioni europee in materia di credito”. Continua a crescere il credito erogato da Banca Etica a favore dell’economia reale e solidale italiana. Gli impieghi accordati a fine 2017 ammontano a 1 miliardo e 115 milioni di euro, segnando un +14,7% sul 2016, da confrontare con il +2,2% registrato dal settore bancario nel suo insieme. “Negli ultimi 5 anni (2012-2017) gli impieghi erogati da Banca Etica sono cresciuti complessivamente di quasi il 35%”. Anche la raccolta diretta di risparmio ha segnato nel 2017 un +12% portandosi a quota 1 miliardo e 372 milioni di euro. Il capitale sociale di Banca Etica è arrivato a 65,3 milioni di euro. Il tasso di sofferenze nette si riduce rispetto allo scorso anno.
“Il Gruppo Banca Etica è in ottima salute e mostra performance di crescita decisamente interessanti – dice il presidente, Ugo Biggeri –. La finanza etica e sostenibile sta crescendo in tutta Europa e Banca Etica lo fa con ritmi superiori alla media dei nostri partner internazionali. Questo risultato nasce dalla coerenza con cui il Gruppo è interamente dedicato e gestito secondo i principi della finanza etica. Speriamo che gli ideali e le proposte della finanza etica siano sempre più ascoltate e contaminino il mondo finanziario tradizionale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori