Messa crismale: mons. Gardin (Treviso) ai sacerdoti, siete “seminatori di fraternità e di comunione”

“Ringrazio tutti i presbiteri di questa nostra chiesa diocesana, seminatori di fraternità e di comunione”. Così il vescovo di Treviso, mons. Gianfranco Agostino Gardin, ha espresso la sua gratitudine ai moltissimi sacerdoti presenti in cattedrale questa mattina, per la messa crismale. Nell’omelia, mons. Gardin ha osservato che “ognuno di noi ha una storia, nella quale riconosce doni e fatiche, risorse e limiti, ma siamo convinti che il Signore ci ama con tutta la nostra storia e ci chiede di incontrarlo nella nostra situazione personale e comunitaria, perché è sempre una storia di salvezza e di redenzione”. “Il Signore ci chiede di essere rispettosi servitori della storia degli altri”, ha proseguito ringraziando ancora i sacerdoti che “si affiancano a tanti fratelli e sorelle, talora entrando nella loro notte, dialogando con loro, in un accompagnamento che rende accogliente questa nostra Chiesa, e sanno raccontare e rendere presente la paternità di Dio”. “Ogni giorno – ha aggiunto – è un oggi per compiere la promessa di Dio, per la sua salvezza e per la nostra risposta, un oggi da non sprecare”. “Ringrazio voi – ha continuato – che con la vostra dedizione fate di ogni giorno l’oggi del vostro impegno, diventando strumenti di Colui che fa nuove tutte le cose”. “Aiutiamoci a credere in Lui, che opera misteriosamente, a credere che la Risurrezione del Signore ha già penetrato le trame nascoste di questa nostra storia. Vogliamo avere questa speranza per aiutare gli altri, nella fiducia e nel sereno desiderio di lavorare per il Regno”, ha concluso mons. Gardin. Le offerte dei sacerdoti raccolte nella celebrazione sosterranno un progetto di ricostruzione avviato a Muisne, in Ecuador, in seguito al sisma del 2016, dai missionari fidei donum diocesani don Graziano Mason e don Giuliano Vallotto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori