Messa crismale: mons. Orofino (Tursi – Lagonegro), “grazie per il dono del sacerdozio, perdono per le infedeltà alla nostra vocazione”

“Carissimi fedeli, a nome mio personale e di tutti sacerdoti della diocesi vi chiedo scusa se qualche volta non siamo stati fedeli alla nostra vocazione e alla nostra missione. In modo particolare vi chiediamo scusa a nome di chi non ha tenuto un comportamento consono alla grazia sacramentale ricevuta in abbondanza, procurando in voi ‘turbamento’ e ‘scandalo'”. Durante l’omelia della Messa crismale presieduta ieri sera, mons. Vincenzo Orofino, vescovo di Tursi – Lagonegro, ha chiesto perdono per le occasioni di scandalo arrecate alla Comunità diocesana nelle scorse settimane dalla notizia della diffusione di un dossier su presunti sacerdoti gay, noto come  “Dossier Mangiacapra”. Nel rendere grazie al Signore “per il dono che il ministero dei nostri sacerdoti è per le parrocchie e per l’intera comunità diocesana”, il presule ha esortato tutta la comunità: “Insieme, facciamo in modo tale che il fango sparso in questi ultimi tempi venga trasformato in mattoni solidi per edificare una Chiesa sempre più bella, attraente, unita, propositiva e ricca di misericordi”. “Siamo chiamati a vivere nella fedeltà le promesse sacerdotali di castità, povertà e obbedienza – ha proseguito Orofino – , e fanno bene i fedeli laici ad aspettarsi che noi sacerdoti corrispondiamo alle attese con una fedeltà grande, con un amore totalizzante perché non si può pensare alla vita di un sacerdote come ad un part time. Il sacerdozio è una realtà totalizzante: il sacerdote è presbitero, egli si identifica con il suo ministero, la sua vita deve esprimere la bellezza di un mistero, quello dell’appartenenza a Cristo sacerdote, re e profeta che si fida di creature fragili per porgere al mondo la gioia della vita nuova che scaturisce dalla Pasqua”. “Per la nostra amata diocesi – ha concluso – questo è stato il tempo della prova e della mortificazione, diventi sempre di più il tempo della vera conversione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori