Avvenire: la prima pagina di domani 31 marzo. Via Crucis al Colosseo, battaglia di Gaza, cattolici in politica

“Avvenire” dedica il suo titolo di apertura alla Via Crucis di Papa Francesco al Colosseo, con una grande foto della cerimonia. Richiami anche per une speciale Via Crucis nel carcere di Poggioreale a Napoli e per la celebrazione che si è svolta a Parigi, guidata dal nuovo arcivescovo. L’editoriale è della biblista Rosanna Virgili, dedicato al Sabato Santo: “È evidente che il Sabato sia un giorno nuziale, in cui lo Sposo è il Signore che entra nel talamo della sua Sposa. Shabbat è, infatti, un nome femminile, nella grammatica originaria. Così viene descritto questo giorno ultimo e primo, allo stesso tempo: ‘Quando il Santo, benedetto egli sia, ebbe terminato l’opera della creazione introdusse nell’universo Shabbat, affinché il baldacchino nuziale – che era stato appena elevato – non rimanesse privo della Sposa. E il Santo non trovò che Israele che formasse con Lui una coppia perfetta’ (cf. A. Heschel). Cos’è il Sabato, dunque? È Dio che viene come Sposo, ma anche Israele, che lo attende”. A centro pagina, un grande titolo per la tragica battaglia di Gaza, con almeno 14 palestinesi uccisi negli scontri con l’esercito israeliano. Tra i “temi di Avvenire”, due riflessioni sul dopo voto di Giorgio Campanini e Franco Monaco, che proseguono il dibattito sulla presenza e il ruolo dei cattolici in politica. Da un lato si pone il problema della scarsa presenza di “cattolici autentici e non di facciata”, fatto che chiama in causa il rischio di una “diserzione”. Dall’altro, emerge il tema della marginalità politica del cattolicesimo democratico.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa