Via Crucis: sesta stazione, “Veronica non si ferma all’apparenza” della “società delle immagini”

“Veronica non si ferma all’apparenza, oggi tanto importante nella nostra società delle immagini, ma ama incondizionatamente un volto brutto, non curato, non truccato e imperfetto”. È la donna della sesta stazione della Via Crucis, guidata stasera dal Papa al Colosseo. I ragazzi del liceo romano Albertelli, incaricati quest’anno dei testi, la descrivono come una donna determinata nel raggiungere a tutti i costi Gesù per accarezzarne il volto, “la sua è la forza della tenerezza”. “Quella donna, Veronica, di cui non sappiamo nulla, non ne conosciamo la storia, si guadagna il paradiso con un semplice gesto di carità”, si legge nel testo: “Ti si avvicina, osserva il tuo volto straziato e lo ama ancor più di prima”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa