Via Crucis: undicesima stazione, “condizionati da tutto ciò che circola in rete”. Gli errori dei social

“Oggi, nel mondo di Internet, siamo così condizionati da tutto ciò che circola in rete che a volte dubito anche nelle mie parole. Ma le tue parole sono diverse, sono forti nella tua debolezza”. A parlare sono i ragazzi del liceo Albertelli di Roma, incaricati quest’anno dal Papa di scrivere i testi della Via Crucis da lui guidata stasera al Colosseo. Gesù inchiodato alla croce è il tema dell’undicesima stazione, che per gli autori è occasione di presa di coscienza della possibile disumanizzazione del mondo digitale: “Mi guardo intorno e vedo occhi fissi sullo schermo del telefono, impegnati sui social network ad inchiodare ogni errore degli altri senza possibilità di perdono. Uomini che, in preda all’ira, urlano di odiarsi per i motivi più futili”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa