Aldo Moro: mons. Sapienza (Santa Sede), “Paolo VI ha tentato tutte le vie possibili per salvare l’amico dalla morte”

“La ‘vicenda Moro’ dimostra un Papa (Paolo VI, ndr) ben lontano dalla figura di ‘uomo trepidante, incerto, stanco, triste e afflitto da una impopolarità che non riusciva a superare’, come veniva ingiustamente presentato”. Lo scrive mons. Leonardo Sapienza, reggente della Prefettura della Casa Pontifica, nella presentazione del libro “Non doveva morire. Come Paolo VI cercò di salvare Aldo Moro” (ed. San Paolo) di Riccardo Ferrigato, che uscirà domani in libreria. Un testo che racconta il caso Moro dal punto di vista del Vaticano, rivelando retroscena e documenti inediti, come la bozza, mai pubblicata prima d’ora, della lettera che Paolo VI scrisse agli uomini delle Brigate Rosse. “La sua umanità si sviluppava fino a gradi assai elevati, anche all’eroismo. Così ha tentato tutte le vie possibili per salvare l’amico dalla morte”, afferma mons. Sapienza. E in occasione di diversi atti terroristici si è detto “pronto a offrire se stesso in cambio dei prigionieri”. Ricordando il rapporto d’amicizia tra i due, il reggente della Prefettura della Casa Pontificia delinea il volto di Paolo VI, che “si mostrava profondamente sensibile e umano”. “La loro amicizia e stima è documentata. Negli anni della Fuci – racconta – si rafforzò una vicinanza spirituale che doveva essere determinante per l’uno e per l’altro. E, soprattutto per il Papa, questo sentimento si dimostrò in grado eroico con la tragedia del rapimento e dell’uccisione di Moro”. Secondo mons. Sapienza, “Paolo VI non ha assistito come passivo osservatore all’angosciosa disavventura del suo amico. In un crescendo di sentimenti lo ha indicato, nei diversi interventi, come ‘a noi caro’; ‘amico di studi, fratello di fede al quale ci legava stima particolare per antica amicizia negli anni universitari’; fino ad arrivare al grido per ‘l’uomo buono, mite, saggio, innocente e amico’. Molti, forse i più, scoprirono il cuore e l’umanità di Paolo VI in quella triste occasione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo