Cinema: box office al 22 aprile, primo “Escobar. Il fascino del male”. Giraldi (Cnvf): “Il biopic conquista la platea, ma i numeri restano bassi”

"Escobar. Il fascino del male"

Puntualmente come ogni lunedì escono i dati degli incassi cinematografici della settimana appena conclusa. Immediatamente primo in classifica, nella top ten nazionale dopo le uscite di giovedì 19 aprile, troviamo “Escobar. Il fascino del male” (“Loving Pablo”) di Fernando León de Aranoa, con protagonisti Javier Bardem e Penélope Cruz, che incassa in soli quattro giorni €956.710. Un buon risultato per il film che è passato come evento speciale fuori Concorso alla 74ª Mostra del Cinema della Biennale di Venezia; a ben vedere, però, i numeri sono bassi, segno che la primavera afosa ha già distratto molti dalla sala. “La coppia Bardem-Cruz vince, ma non stravince – dichiara al Sir Massimo Giraldi, presidente della Commissione nazionale valutazione film della Cei -. Gli attori dominano la scena, contribuendo alla forza narrativa del racconto, dandogli riconoscibilità e probabilmente spinta al box office. Per il resto, i risultati sono buoni ma purtroppo calanti, dovuti forse alla troppo offerta raggruppata in un solo fine-settimana ma anche all’improvviso caldo stagionale che ha portato molti a preferire gite fuori porta”.
Secondo, in ordine d’incasso è “Rampage. Furia animale” di Brad Peyton con Dwayne Johnson, che raccoglie in quattro giorni €486.100, per un totale nelle due settimane di poco più di 2 milioni. Il film era primo nella classifica del box office della scorsa settimana, scendendo dunque di una posizione. In terza e quarta posizione troviamo due commedie italiane: “Io sono Tempesta” di Daniele Luchetti con Marco Giallini ed Elio Germano, che conquista €295.839 (in totale alla seconda settimana di programmazione €1.254.447). Lo segue, poi, in quarta posizione “Il tuttofare” di Valerio Attanasio con Sergio Castellitto e il giovane Guglielmo Poggi. Il film ottiene nel primo fine-settimana €189.088. Nel complesso, un buon posizionamento per il cinema italiano, ma con un magro bottino.
Dalla quinta alla decima posizione, tra il 19 e il 22 aprile, troviamo tutte opere anglo-americane: l’horror “Ghost Stories” (€ 185.792), il fantasy firmato Spielberg “Ready Player One” (€ 180.223, per un totale in quattro settimane di quasi 5 milioni), l’action hollywoodiano “Nella tana dei lupi” di Christian Gudegast con Gerard Butler € 170.238 (in tre settimane ottiene circa 2 milioni), il biopic “Molly’s Game” di Aaron Sorkin con Jessica Chastain € 160.198, il giallo-thriller “I segreti di Wind River” di Taylor Sheridan con Jeremy Renner ed Elizabeth Olsen € 116.720 (in totale poco più di 1milione) e l’animazione “Sherlock Gnomes” € 97.258 (nel complesso quasi 500mila euro).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo