Uno di noi: Corte di giustizia Ue dà ragione alla Commissione. “Iniziativa legislativa spetta solo all’Esecutivo”

(Bruxelles) L’Iniziativa dei cittadini “Uno di noi” riceve dunque un altro stop. L’obiettivo di tale iniziativa, proposta nel 2012, era di vietare e porre fine al finanziamento, da parte dell’Unione, delle attività che implicano la distruzione di embrioni umani (in particolare nei settori della ricerca, dell’aiuto allo sviluppo e della sanità pubblica), ivi compreso il finanziamento diretto o indiretto dell’aborto. Dopo la sua registrazione, l’iniziativa aveva raccolto ben oltre il milione di firme necessario prima di essere ufficialmente presentata alla Commissione all’inizio del 2014. Il 28 maggio 2014 – riferisce oggi un report della Corte di giustizia Ue – la Commissione ha indicato in una comunicazione che non intendeva intraprendere alcuna azione. Gli autori dell’iniziativa, che raccoglieva il sostegno di numerose organizzazioni cristiane in Europa e l’appoggio di altre comunità religiose, avevano chiesto l’annullamento di tale comunicazione della Commissione dinanzi al Tribunale dell’Unione europea”. Ma nella sua sentenza odierna, il Tribunale considera, innanzitutto, che “gli autori dell’iniziativa – a differenza del soggetto denominato European Citizens’ Initiative One of Us, privo della personalità giuridica – possono, in qualità di persone fisiche, proporre ricorso contro la comunicazione della Commissione del 28 maggio 2014, in quanto essa produce effetti giuridici obbligatori idonei a incidere sui loro interessi modificando in misura rilevante la loro situazione giuridica”.
Per quanto riguarda il merito, il Tribunale rammenta che “i trattati hanno attribuito alla Commissione pressoché un monopolio in materia d’iniziativa legislativa”. Secondo il Tribunale, “l’esercizio del diritto d’iniziativa dei cittadini europei non può obbligare la Commissione a presentare una proposta di atto giuridico. Un’interpretazione contraria equivarrebbe a sottrarre qualsiasi potere discrezionale alla Commissione nell’esercizio del suo potere d’iniziativa legislativa a seguito di un’iniziativa dei cittadini europei”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo