Diocesi: Bergamo, dal 24 maggio al 10 giugno la “Peregrinatio” dell’urna con le spoglie di Giovanni XXIII

La diocesi di Bergamo si prepara ad accogliere l’urna con il corpo di san Giovanni XXIII che, per dono di Papa Francesco, dal 24 maggio al 10 giugno compirà una “Peregrinatio” nella terra natale del “Papa buono”. Il tema che contrassegnerà l’iniziativa è tratto da una sua frase: “Si incomincia dalla terra dove sono nato e poi si prosegue fino al cielo”. “Le prime giornate, quelle in Bergamo, saranno caratterizzate da alcuni eventi simbolici e significativi, mentre a Sotto il Monte – si legge in una nota della diocesi – prevarrà la venerazione dei pellegrini”. L’urna con le spoglie di Giovanni XXIII arriverà a Bergamo nel pomeriggio del 24 maggio e nel centro città riceverà l’accoglienza di istituzioni e cittadini. Raggiungerà quindi il carcere di Via Gleno, poi sarà traslata nel seminario a lui dedicato e di cui ne ha seguito personalmente la costruzione, nel 50° anniversario della sua inaugurazione. Alle 21, l’urna sarà solennemente accolta in cattedrale, portata in corteo dai sacerdoti della diocesi. Per tutta la giornata di venerdì 25 i pellegrini potranno venerare il santo in cattedrale dove, alle 20.30, si svolgerà la veglia con i giovani. Nel pomeriggio di sabato 26 saranno celebrate in cattedrale le ordinazioni sacerdotali mentre domenica 27 il vescovo di Bergamo, mons. Francesco Beschi, presiederà la celebrazione eucaristica a cui invitati d’onore saranno i poveri e i protagonisti delle periferie esistenziali. Al termine della messa l’urna raggiungerà il nuovo Ospedale dedicato a Papa Giovanni XXIII e poi, nel pomeriggio, il santuario della Madonna della Cornabusa in Valle Imagna, a cui era particolarmente devoto. Ulteriore tappa sarà il convento francescano di Baccanello (Calusco). Alle 20 dalla chiesa di Carvico (dove Angelo Roncalli ricevette la cresima) partirà una fiaccolata animata dai ragazzi cresimandi e cresimati quest’anno, per giungere a Sotto il Monte verso le 21.30. L’urna verrà collocata nella chiesa di Nostra Signora della pace nel santuario che porta il suo nome, dove rimarrà fino a domenica 10 giugno. Ogni giorno della “Peregrinatio” verrà caratterizzato da un tema che creerà un percorso spirituale con il coinvolgimento di alcuni settori della vita ecclesiale e sociale. Previste celebrazioni presiedute dal card. Giovanni Battista Re, dal patriarca di Venezia, mons. Francesco Moraglia, dall’arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, con tutti i vescovi lombardi, con il card. Angelo Scola e con il card. Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano. Maggiori dettagli su www.santuariosangiovannixxiii.it.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo