Diocesi: Perugia, ieri un incontro in vista del pellegrinaggio dei giovani a piedi verso Roma di agosto

I giovani dell’arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve sono entrati nel vivo dei preparativi del pellegrinaggio a piedi verso Roma (4-12 agosto) dal titolo: “Ogni passo è un rischio che fa la differenza”, inserendosi nell’ambito dei cammini “X mille strade” che da tutta Italia percorreranno i giovani dai 16 ai 30 anni per ritrovarsi a Roma insieme con Papa Francesco, in vista del prossimo Sinodo dei vescovi a loro dedicato. Il primo appuntamento di preparazione dei giovani perugino-pievesi si è tenuto nel tardo pomeriggio di ieri, domenica 22 aprile, presso la parrocchia di Ponte San Giovanni, promosso dall’Ufficio diocesano per la pastorale giovanile. Presenti 50 ragazzi e ragazze di varie parrocchie insieme al vescovo ausiliare mons. Paolo Giulietti, coordinatore dell’équipe che ha curato l’organizzazione del pellegrinaggio, al parroco di Castel del Piano-Pila, don Francesco Buono, che ha tenuto una catechesi sul tema del rischiare, al direttore dell’Ufficio per la pastorale giovanile, don Luca Delunghi, e al responsabile del Coordinamento oratori perugini, don Riccardo Pascolini.
I giovani delle otto diocesi umbre si ritroveranno a Norcia il primo giorno di pellegrinaggio, il 4 agosto, come gesto di attenzione nei confronti della città colpita dal sisma di due anni fa. Successivamente, i giovani di Perugia si trasferiranno in autobus in prossimità di Amelia per iniziare il loro pellegrinaggio a piedi verso Roma, seguiti da una squadra di volontari di supporto con mezzi di trasporto e cucina mobile.
“Il cammino mette in discussione perché si affrontano fatica, imprevisti, ma soprattutto si affronta se stessi. Emerge quello che c’è nel cuore – ha affermato don Delunghi -. Il tempo di preparazione al pellegrinaggio diocesano è scandito dai vari eventi che l’Ufficio per la pastorale giovanile ha finora organizzato e ha in cantiere, a cominciare dalla veglia di Avvento con il card. Gualtiero Bassetti, svoltasi il 19 dicembre, passando per la Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni appena conclusa e la prossima StarCup”, la manifestazione di fede e sport che vede impegnati centinaia di ragazzi degli oratori dal 27 aprile al 1° maggio. Dopo l’incontro di ieri, ci sarà un nuovo appuntamento il 24 giugno sul tema dell’ascolto, occasione nella quale ai ragazzi saranno fornite anche le informazioni logistiche del pellegrinaggio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo