Diocesi: Cremona, concluso in cattedrale il Sinodo dei giovani. Il vescovo consegnerà le conclusioni a Papa Francesco

Arriveranno a Papa Francesco le proposizioni conclusive del Sinodo diocesano dei giovani della diocesi di Cremona. A consegnargliele sarà il vescovo Antonio Napolioni, in “segno di unità con lui e con la Chiesa intera, che in ottobre approfondirà le stesse sfide a raggio mondiale”. L’assemblea si è conclusa ieri in cattedrale con la solenne messa di Pentecoste. Nel pomeriggio si è riunita per l’ultima volta nel Centro pastorale diocesano l’assemblea sinodale. Al centro della riflessione il tema degli “stili di vita”, con il confronto e la stesura delle relative proposizioni, votate insieme a quelle emendate dopo le precedenti sessioni, alla presenza del vescovo. Poi, la messa in cattedrale, che ha chiuso ufficialmente il Sinodo diocesano. Poco prima che mons. Napolioni prendesse la parola per l’omelia, due dei giovani sinodali gli hanno consegnato le proposizioni approvate. “I giovani sono già più avanti di noi adulti nella capacità di ‘fare rete’, al di là di confini e campanili”, ha detto il vescovo, aggiungendo che “il Sinodo, pur concludendo la sua fase celebrativa, non va in archivio. Tra pochi giorni andremo ancora in carcere, stavolta non solo il vescovo ad ascoltare, ma i giovani sinodali a raccontare. Perché dalle drammatiche periferie della nostra società riparta la missione di annunciare e costruire il Regno dei cieli. E in agosto cammineremo insieme, verso Roma, per incontrare Papa Francesco”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo