Nuovi cardinali: mons. D’Ercole (Ascoli Piceno) a mons. Petrocchi, “ti assicuriamo la nostra vicinanza spirituale e preghiamo per te”

“In occasione della tua nomina a cardinale, caro fratello, ti esprimo le felicitazioni più care e fraterne a nome mio, del presbiterio e dell’intera diocesi che ti ha come presbitero e che tu per anni hai servito con fedeltà ed entusiasmo prima di essere chiamato ad altre mansioni nella vigna del Signore”. È quanto scrive il vescovo di Ascoli Piceno, mons. Giovanni D’Ercole, in una lettera di felicitazioni indirizzata a mons. Giuseppe Petrocchi, arcivescovo metropolita dell’Aquila, nominato cardinale da Papa Francesco. “In questo momento di sicura emozione, ti assicuriamo la nostra vicinanza spirituale e preghiamo perché tu possa portare a termine, con lo stesso spirito, la missione di più stretto collaboratore del Papa come membro del Collegio cardinalizio – scrive il vescovo nel documento -. La scelta di Papa Francesco premia Te, vescovo di grande attenzione alla gente e di profondo zelo pastorale ed è anche per questa Città di Ascoli che ti ha dato i natali, un segno di inatteso onore e di giusto orgoglio”. Monsignor D’Ercole è stato vescovo proprio all’Aquila negli anni difficili del terremoto. “Ascoli, che ha già conosciuto nella sua storia illustri personalità ecclesiali e generosi pastori della Chiesa – chiude il documento – possa trarre da questa tua nomina un impulso rinnovato a più grande impegno nella fedeltà al Vangelo e uno stimolo a fare della propria Comunità civile ed ecclesiale un esempio di solidale fraternità e di incoraggiante speranza per le nuove generazioni. Con affetto fraterno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo